IRENE MANDELLI

Irene Mandelli, ex modella, ex conduttrice ed oggi mamma di Gaia, 8 anni, e giornalista.
Quando una donna si riscopre bambina! 

irene mandelli

Quanto è cambiata la tua vita da quando sei diventata mamma?

Cambiata? La mia vita si è completamente stravolta!!! Irene di prima, quella libera e spensierata, quella matta, quella che è sempre pronta al gioco, quella che decide di partire all’ultimo momento, solo per farti alcuni esempi, non esiste più! C’è un’altra Irene, completamente diversa: più responsabile, più riflessiva, più attenta e rigorosa.

Poco tempo fa, però, ho avuto l’occasione di fare un viaggio con un gruppo di amici, senza figli, e lì, con mia grande sorpresa , ho ritrovato la vecchia me, quella che ha ancora voglia di divertirsi, quella che non vuole invecchiare , quella che apprezza le cose semplici e che desidera essere in armonia con il mondo…un mondo che noi, purtroppo stiamo distruggendo! Ecco vorrei che le due me convivessero felicemente.

Qual è il momento che ricordi essere più emozionante? 

Sicuramente il momento più straordinario della mia vita è quando è nata mia figlia Gaia. Ho provato delle emozioni incredibili , difficili da raccontare ,ma la sensazione più strana è quando, guardandola, ho pensato:” E questa qui chi è? E adesso? C’è una in più!”…non riuscivo a credere che quella creaturina l’avessi fatta io!

Quali sono le prime difficoltà che hai incontrato, se ci sono state?

Le prime difficoltà le ho avute subito al mio rientro a casa dall’ospedale. Non sapevo veramente dove mettere le mani: come prenderla, come cambiarla, come nutrirla.. per non dire poi che ero stremata! Così, ho deciso di farmi aiutare da una professionista almeno per i primi tempi. Mi rimarrà sempre in mente la frase di una mia amica che mi disse che dovevo stare tranquilla perché non si nasceva mamme ma si diventava! Col tempo ho capito cosa voleva dire essere mamma.

Com’è secondo te la mamma ideale?…dammi tre aggettivi! 

Sicuramente la mamma non ansiosa, paziente, cosa che io purtroppo non sono, e comunicativa… riuscire a parlare con il proprio figlio è fondamentale!

Quali sono le cose che fai più spesso con lei? 

Sfortunatamente le cose che faccio con lei non sono tantissime e questo mi dispiace molto, ma a volte le giornate passano così veloci che non ci si rende nemmeno conto .Da quando è più grandicella, però, riesco a coinvolgerla nelle mie cose: la porto a teatro, alle prime cinematografiche e nei backstage di alcuni programmi televisivi che seguo come giornalista. Cerco di spiegarle il mio lavoro ed il mondo dello spettacolo che non è tutto oro e lustrini come sembra, e che alcune persone che noi amiamo sullo schermo sono umanamente discutibili nella realtà, come quando abbiamo visto la poca disponibilità che l’attrice che interpreta Violetta, idolo delle ragazzine, ha dimostrato nei riguardi di due bambine che le chiedevano l’autografo.

Leggi le favole a tua figlia? 

Mai…le favole proprio non mi appartengono! Però inventavamo delle piccole storie e ho scritto per lei una canzoncina che ancora ricorda! Gaietta, Gaietta, amore di mamma…

Quanto sono presenti televisione, videogiochi e telefonini nella sua vita? 

Un po’ troppo, ma stiamo lavorando affinché questo venga ridimensionato!

Il telefonino lo usa per comunicare con me ,il padre e pochissime amichette dotate di cellulare…le piace molto mandare messaggi e fare le foto.

Videogiochi e televisione sono presenti , molto presenti!

mandelli

Sei una mamma severa? Hai delle regole? 

Sono molto severa perché sono la mamma ed il papà di casa!!! Non ci sono molte regole ma per quanto riguarda l’essere educati non transigo…il “per piacere” ed il “grazie” non devono mai mancare.

Non sono mai riuscita ed impormi sull’alimentazione

Che tipo di alimentazione hai scelto per tua figlia? 

Qui sono un vero disastro! Mia figlia è come me in quanto adora mangiare ed è vorace e ama le schifezze. Ultimamente, ma si parla di giorni, sono riuscita in un’impresa pazzesca: farle apprezzare il mio minestrone.

Un errore che ti senti di aver fatto e per il quale oggi ti sentiresti di dare un consiglio? 

Quello di non essere riuscita a farla dormire da sola.

Il mio consiglio alle mamme che hanno a che fare con bambini che cominciano a chiedere di dormire con loro è quello di essere ferme, tenere duro e non mollare. Mi rendo conto che sarà durissima e tante volte saranno lì per cedere per stanchezza, ma non devono farlo! Bisogna tenere il punto, sopportare qualche capriccio in più perché poi la strada sarà tutta in discesa…almeno per quanto riguarda il dormire!

“…sempre con voi…” Samantha de Grenet

 

 

Facebook Twitter Google + Pinterest Linkedin Reddit